Bonus Baby Sitter : cos’è, come richiederlo e a quanto ammonta

L’epidemia che stiamo vivendo mette in ginocchio il sistema ospedaliero ma anche quello economico. Molte famiglie a causa delle restrizioni sono costrette a rimanere a casa per evitare il diffondere del virus. Per questa situazione di emergenza, il governo italiano insieme all’ Inps hanno introdotto una serie di bonus e incentivi per sopperire ai vari problemi economici, uno tra questi è il bonus baby sitter

Bonus Baby Sitter

Che cos’è

Il bonus baby-sitter erogato dall’inps è un  sostegno economico per le famiglie, del valore di 600 euro, per assistere i figli fino a 12 anni di età. Può essere richiesto in alternativa al congedo COVID-19.
Il nuovo bonus baby sitter 600 euro è un contributo economico per le famiglie previsto, per il 2020, dagli articoli 23 e 25 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 (c.d. decreto cura Italia), che ha introdotto diverse misure per sostenere lavoratori, famiglie e imprese colpiti dall’emergenza generata dalla diffusione del virus COVID-19. Serve per accedere a servizi di baby sitting per figli minori, fino a 12 anni di età, rimasti a casa a causa della chiusura delle scuole dovuta ai provvedimenti per il contenimento della diffusione del contagio da Coronavirus.

Chi può richiederlo ?

Questo sostegno economico può essere richiesto dalle seguenti categorie di lavoratori:
dipendenti di aziende private, lavoratori autonomi e lavoratori iscritti alla Gestione Separata INPS (entro il limite massimo di 600 euro);
lavoratori dipendenti del settore sanitario (pubblico o privato accreditato), nonché personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico impiegato per esigenze connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19 (entro il limite massimo di 1000 euro).

Come inviare la domanda

Il bonus viene erogato previa domanda da inoltrarsi in via telematica, accedendo al servizio online tramite le credenziali PIN, SPID, CIE o CNS. Dato l’elevato numero di visite al portale web Inps per via delle nuove prestazioni erogate dall’Istituto in relazione all’emergenza creata dalla diffusione del virus COVID-19, dal 2 aprile è possibile accedere ai servizi telematici dell’INPS in base ai seguenti orari giornalieri:
dalle 8.00 alle 16.00 per patronati e intermediari abilitati;
dalle 16.00 alle 8.00 per i cittadini.
Per fare domanda online per il bonus Inps baby sitting occorre procedere in questo modo:
cliccare su ‘Bonus baby sitting’ nella home page del sito www.inps.it per accedere alla domanda;
effettuare il login utilizzando una delle seguenti credenziali:– PIN rilasciato dall’Inps;– SPID di livello 2 o superiore;– Carta di identità elettronica 3.0 (CIE);– Carta nazionale dei servizi (CNS);
compilare e inoltrare la richiesta online.
Chi non possiede le credenziali può utilizzare la modalità semplificata per la compilazione e l’invio delle domande resa disponibile dall’Inps, procedendo in questo modo:
richiedere il PIN Inps, che viene inviato in 2 parti, la prima (8 caratteri) subito dopo la richiesta, tramite SMS o e-mail, e la seconda (8 caratteri) a mezzo posta direttamente all’indirizzo di residenza, seguendo le istruzioni riportate in questa pagina;
inserire solo i primi 8 caratteri ricevuti tramite SMS o e-mail per effettuare il login.

A quanto ammonta il sussidio

Il bonus ammonta a 600 euro ma può arrivare fino a 1000 euro. Il suddetto verrè erogato dal 15 maggio.

Per ulteriori informazioni mettiamo a vostra disposizione i seguenti documenti:

– CIRCOLARE INPS n. 44 del 24/03/2020 (Pdf 122Kb), contenente tutte le informazioni sul bonus per servizi di baby sitter 2020;
– MESSAGGIO INPS n. 1465 del 02/04/2020 (Pdf 85Kb), recante le istruzioni per presentare le domande bonus baby sitting 2020;
– MESSAGGIO INPS n. 1447 del 01/04/2020 (Pdf 86Kb), relativo alla cumulabilità dei bonus baby sitter e asilo nido 2020.

Leggi altri articoli simili 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *